PRESENTA

L’OSPITE

LA GALLERIA

OTTO Gallery è stata fondata nel 1992 da Giuseppe Lufrano nel cuore di Bologna. OTTO come gli anni che mancavano al 2000: questa fu l’idea del direttore quando aprì la prima galleria, al numero civico 50 della centralissima Via D’Azeglio, già sede di una storica galleria.

OTTO Gallery propone mostre dedicate ad artisti contemporanei già affermati nel sistema dell’arte nazionale e internazionale. Focalizza la propria ricerca sugli artisti romani della Scuola di San Lorenzo (Domenico Bianchi, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Nunzio, Piero Pizzi Cannella, Marco Tirelli) accanto ad altri già storicizzati come Marco Gastini, Urs Lüthi, Eliseo Mattiacci e Giuseppe Spagnulo. Parallelamente dedica mostre ad artisti più giovani ma già affermati, come Andrea Facco, Davide Mancini Zanchi, Matteo Montani e Giovanni Termini. Dal 2002 la galleria si sposta di qualche passo e si trasferisce a Palazzo Montalto, sempre in via d’Azeglio, dove gli spazi consentono la produzione di mostre museali sempre realizzate in stretta e diretta collaborazione con gli artisti.

La galleria è punto di riferimento dei migliori nomi dell’arte contemporanea, di critici e di un pubblico di appassionati operando in un percorso continuo di ricerca e valorizzazione dell’arte e dei suoi principali attori.

La OTTO Gallery si rivolge sia al collezionismo privato che a quello istituzionale di Musei e Fondazioni.

ESPLORA LA MOSTRA

Un percorso figurativo che riflette sul concetto di “segno”, dialogando con tre artisti che concepiscono il “segno/disegno” come un linguaggio che si costruisce attraverso una traduzione tecnico espressiva che richiede un eccesso di abilità: la velatura.

Nel lavoro dei 3 artisti emerge fortemente la necessità di dilatare il tempo di realizzazione per far sì che, per addizione (Carboni), per sottrazione (Caccioni) o per sovrapposizione (Stampone), l’immagine possa affiorare spontaneamente sulla superficie.

L’Ospite indaga il rapporto tra segno e dilatazione spazio-temporale attraverso una progressione che dalla pittura evocativa, quasi astratta, di Luca Caccioni, fluisce nell’espressività al limite tra astrazione e figurazione di Luigi Carboni, per giungere, infine, alla “fotocopia intelligente” della realtà di Giuseppe Stampone.

ESPLORA LA MOSTRA

SALA 1 

IL SEGNO
DI LUCA CACCIONI

Ho dipinto una ventina di lavori asciugati e scaltri su una superficie a me sconosciuta e reattiva… Stavolta, interessava a me la quota del gesto, poi un suo controllo quasi orientale, poi l’attribuzione poetica…

Bio

Can you imagine a tool that serves to conceal memories?, 2020, olio e resine su alluminio, cm 80×80 – 6.600,00 € + IVA

Because it was sensitive, 2017, olio su alluminio, cm – 60×60 – 5.000,00 € + IVA

Di tutto il blu oltremare che mi è caduto nel risvolto dei pantaloni, 2017, olio su alluminio, cm 60×60 – 5.000,00 € + IVA

Opere dai titoli allusivi, quasi indecifrabili, dove trasparenze e riflessi, effetti plastici e di sfumato trovano un equilibrato accordo con forme evanescenti che galleggiano su velature stese su una superficie reattiva come l’alluminio…

Di un segno importuno, 2020, olio e resine su alluminio, cm 80×80 – 6.600,00 € + IVA

Give your woman a Kurdish jewel, 2020, olio e resine su alluminio, cm 80×80 – 6.600,00 € + IVA

Ibisco e dita (burle marx garden), 2020, olio e resine su alluminio, cm 80×80 – 6.600,00 € + IVA

Mirage of a walker architect, 2017, olio su alluminio, cm 60×60 – 5.000,00 € + IVA 

Picture to meditate with three wisteria seeds in your pocket, 2017, olio su alluminio, cm 60×60 – 5.000,00 € + IVA

The burle marx garden. Aloe vera, 2020, olio e resine su alluminio, cm 80×80 – 6.600,00 € + IVA

Tutte le volte che ti sei lavato a pezzi, 2020, olio e resine su alluminio, cm 80×80 – 6.600,00 € + IVA

Segno intenso e concentrato, al limite del figurale, fatto di echi sottili e sedimenti atmosferici.

SALA 2 

IL SEGNO
DI LUIGI CARBONI

Il disegno, lo schizzo, sono sempre stati considerati secondari, marginali, strumenti di scarto, nel concetto di scarabocchio troviamo rappresentata l’ideologia del fallimento… In queste opere intitolate ‘ridisegnare’ il segno diventa protagonista, artefice di una visione…

Bio

RIDISEGNARE, 2020, acrilico e olio su tavola, cm 160×114 – 13.000,00 € + IVA

RIDISEGNARE, 2019, acrilico e olio su tavola, cm 160×114 – 13.000,00 € + IVA

RIDISEGNARE, 2019, acrilico e olio su tavola, cm 160×114 – 13.000,00 € + IVA

 …espandendosi liberamente in un dinamismo che tende ad invadere il terreno dell’emozione. Il segno si esibisce con un tracciato nero dominante esercitandosi nella pratica del costruire la forma di corpi e oggetti mai totalmente integri, che si svelano occupando lo spazio in una narrazione d’insieme”.

RIDISEGNARE, 2019, acrilico e olio su tavola, cm 160×114 – 13.000,00 € + IVA

RIDISEGNARE, 2020 acrilico e olio su tavola, cm 160×114 – 13.000,00 € + IVA

RIDISEGNARE, 2020, acrilico e olio su tavola, cm 160×114 – 13.000,00 € + IVA

SALA 3 

IL SEGNO
DI GIUSEPPE STAMPONE

…Le velature che usavano Raffaello o Van Eyck nella pittura a olio, io le uso con la penna bic, creando degli spazi-tempi sovrapposti… Aggiungo sempre nuove stratificazioni: ore dopo ore, giorni dopo giorni, mesi dopo mesi… io non sono interessato al risultato finale, ma al processo fatto di spazi-tempi dilatati che danno forma al pensiero, perché è il processo che crea il disegno…

Bio
Installazione

Il ragazzo che guardava le stelle, 2020, grafite su tela, cm 80×80 –  9.800,00 € + IVA

 …32 velature o 25 velature implicano un tempo di realizzazione che chiamo dilatazione del tempo, per riappropriarsi del proprio tempo…È l’artista che non accetta la velocità di internet, di quel file su internet, ma lo ricopia come faceva nel trecento un miniatore gotico di manoscritti…Warhol si definiva una macchina, io una fotocopiatrice intelligente che sceglie un’immagine, si appropria di essa, e ne fa una sola copia”.

Le tre Grazie, 2020, penna bic su carta, cm 23×32 – 4.900,00 € + IVA

Alda Merini, 2020, penna bic su carta, cm 23×32 – 4.900,00 € + IVA

Autoritratto, 2020, penna bic su carta, cm 23×32 – 4.900,00 € + IVA

NAPOLI

Sede Legale: via Ripuaria 153, 80014 Giugliano in Campania (NA)

Sede operativa: Via Giovanni Boccaccio 32, 80070 Bacoli (NA)

BOLOGNA

Sede operativa: via di Corticella, 56, 40129 Bologna BO, c/o Voxel

Email: info@publicsicc.com
Pec: publicsiccsrl@pec.it
Mobile: 328 03 16 470

Newsletter

L’appuntamento mensile con storie di innovazione culturale, le opportunità imperdibili a cui partecipare e uno sguardo attento a ciò che accade nel mondo della cultura.

Privacy & Cookie Policy

© 2021 Publis ICC s.r.l. - P.IVA 08932231213